Tag

, , , , , , , , ,

Tornare!

Sono passati dieci anni da quando, in prima superiore, per evadere dalla monotonia della routine scolastica decisi di iniziare a frequentare il Coro della scuola.
Non potevo fare una scelta migliore: il repertorio era vario e divertente, il clima ideale, non solo si provava, si cresceva insieme, trascinati dalla verve e dalla passione della direttrice Serena Vizzutti.

Tante le emozioni, i luoghi, le esibizioni (in regione, a Vienna, Budapest, Monaco, Cento e Merano),  i ricordi che mi legano a questo gruppo, alcune delle persone che ho conosciuto sono rimaste tra quelle a me più care  e penso non sia un caso!
il Copernicoro non deve essere visto come una semplice addizione “coro + scuola”.
Ai concorsi si rappresenta il liceo, questo è vero, ma a prove e sul palco si comunica, ci si sostiene, sentendosi parte di una famiglia che cresce di anno in anno.
Mi viene in mente un’ immagine per  descrivere una peculiarità della musica corale: l’oceano, perché  sono le singole gocce che lo compongono a renderlo così grande.

I brani:

l’intramontabile Joshua, le colonne sonore disneyane  La Sirenetta & Il Re Leone, l’atmosfera che solo Bohemian Rapsody regala, Dana Dana (imparare l’ungherese non è mai stato così divertente!), infine Geographical Fugue perché rappresenta un’evasione, un viaggio continuo su queste note….chissà dove mi (ri)porterà questa scelta!
presentazione_copernicoro

https://www.youtube.com/watch?v=Fx8AdSFqWOw [Geographical Fugue]

Annunci